ECONOMIE AMBIENTALI S.R.L.

23900 LECCO VIA LEONARDO DA VINCI, 20

T. 0341 286741  F. 0341 286742

info@economieambientali.it

INTEGRAZIONE ELENCO DEI REATI 231/01 PARTE AMBIENTEIndietro

Si segnala che con la LeggeSi segnala che con la Legge 22 Maggio 2015 n. 68 sugli “Ecoreati” il legislatore ha provveduto all’integrazione dell’art. 25 –undecies del D.Lgs. 231/01 dedicato ai reati
Si segnala che con la Legge 22 Maggio 2015 n. 68 sugli “Ecoreati” il legislatore ha provveduto all’integrazione dell’art. 25 –undecies del D.Lgs.231/01 dedicato ai reati
ambientali; in particolare sono stati introdoi seguenti illeciti:
Si segnala che con la Legge 22 Maggio 2015 n. 68 sugli “Ecoreati” il legislatore ha provveduto all’integrazione dell’art. 25 –undecies del D.Lgs. 231/01 dedicato ai reati
ambientali; in particolare sono stati introdotti i seguenti illeciti:
• Art. 452-bis cp: Inquinamento ambientale (sanzione pecuniaria da 250 a 600 quote e sanzioni interdittive sino ad un anno)
• Art. 452-quater cp: Disastro ambientale (sanzione pecuniaria da 400 a 800 quote e sanzioni interdittive sino ad un anno)
• Art. 452-quinquies cp: Delitti colposi contro l’ambiente (sanzione pecuniaria da 200 a 500 quote)
• Art. 452- sexies cp: Traffico e abbandono di materiale ad alta radioattività (sanzione pecuniaria da 250 a 600 quote)
• Art. 452- octies cp: Circostanze aggravanti (delitti associativi finalizzati al compimento di illeciti ambientali) (sanzione pecuniaria da 300 a 1000 quote).
Si tratta di un aggravamento sensibile della normativa attualmente in vigore, che rende particolarmente pesante non solo in termini economici, ma anche gestionali (attese le gravissime sanzioni previste) il rischio delle società di non dotarsi di un adeguato modello di organizzazione e gestione con efficacia esimente della responsabilità dell’ente per l’ipotesi di realizzazione
dei nuovi reati presupposto in materia ambientale.
La nostra società è a Vostra disposizione per ogni supporto relativo all’adeguamento del Modello già eventualmente adottato o per provvedere alla sua prima implementazione.
Vista la natura dei nuovi illeciti e le relative pesanti sanzioni, si suggerisce di provvedere in tempi molto ristretti al fine di tutelare le Vostre società. 

Informativa

Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto OK o sul tasto X oppure proseguendo la navigazione, anche mediante modalità scrolling. OK