ECONOMIE AMBIENTALI S.R.L.

23900 LECCO VIA LEONARDO DA VINCI, 20

T. 0341 286741  F. 0341 286742

info@economieambientali.it

PRINCIPALI SCADENZE - NAZIONALIIndietro

31/12/2016
• Rifiuti - SISTRI: salvo eventuali proroghe, termina il periodo transitorio (“doppio binario”) durante il quale erano state sospese le sanzioni per le violazioni relative al SISTRI (eccetto quelle per mancato pagamento degli oneri), che quindi si applicheranno dal 1 gennaio 2017. Dalla stessa data i soggetti obbligati ad utilizzare il SISTRI non saranno più tenuti, limitatamente ai soli rifiuti pericolosi, a compilare il registro di carico e scarico cartaceo.
• Gas refrigeranti: le apparecchiature contenenti meno di 3 kg di gas fluorurati a effetto serra o le apparecchiature ermeticamente sigillate, etichettate come tali e contenenti meno di 6 kg di gas fluorurati a effetto serra, non sono più esentate dal controllo delle perdite, previsto in caso di superamento della soglia di 5 tCO2 equivalente. Si ricorda che i libretti devono già contenere indicazione della quantità di gas espressa in tCO2 equivalente. (reg. UE 517-2014).
 
01/01/2017
• Gas refrigeranti: i fabbricanti e gli importatori, all’atto di immettere in commercio apparecchiature di refrigerazione e di condizionamento d’aria e pompe di calore caricate con idrofluorocarburi, devono assicurare che gli idrofluorocarburi caricati nelle apparecchiature siano considerati all’interno del sistema di quote, e devono redigere una dichiarazione di conformità (reg. 879-2016).
  
28/02/2017
• Termine ultimo per la predisposizione della relazione annuale da parte del consulente per la sicurezza del trasporto di merci pericolose (ADR). 
• Invio modello 6.5 CONAI per i soggetti che esportano imballaggi avvalendosi dell’esenzione dal pagamento del contributo31/12/2016
• Rifiuti - SISTRI: salvo eventuali proroghe, termina il periodo transitorio (“doppio binario”) durante il quale erano state sospese le sanzioni per le violazioni relative al SISTRI (eccetto quelle per mancato pagamento degli oneri), che quindi si applicheranno dal 1
gennaio 2017. Dalla stessa data i soggetti obbligati ad utilizzare il SISTRI non saranno più tenuti, limitatamente ai soli rifiuti pericolosi, a compilare il registro di carico e scarico cartaceo.
• Gas refrigeranti: le apparecchiature contenenti meno di 3 kg di gas fluorurati a effetto serra o le apparecchiature ermeticamente sigillate, etichettate come tali e contenenti meno di 6 kg di gas fluorurati a effetto serra, non sono più esentate dal controllo delle perdite, previsto in caso di superamento della soglia di 5 tCO2 equivalente. Si ricorda che i libretti devono già contenere indicazione della quantità di gas espressa in tCO2 equivalente. (reg. UE 517-2014).
01/01/2017
• Gas refrigeranti: i fabbricanti e gli importatori, all’atto di immettere in commercio apparecchiature di refrigerazione e di condizionamento d’aria e pompe di calore caricate con idrofluorocarburi, devono assicurare che gli idrofluorocarburi caricati nelle apparecchiature siano considerati all’interno del sistema di quote, e devono redigere una dichiarazione di conformità (reg. 879-2016).
28/02/2017
• Termine ultimo per la predisposizione della relazione annuale da parte del consulente per la sicurezza del trasporto di merci pericolose (ADR). 
• Invio modello 6.5 CONAI per i soggetti che esportano imballaggi avvalendosi dell’esenzione dal pagamento del contributo
quale erano state sospese le sanzioni per le violazioni
relative al SISTRI (eccetto quelle per mancato pagamento
degli oneri), che quindi si applicheranno dal 1
gennaio 2017. Dalla stessa data i soggetti obbligati
ad utilizzare il SISTRI non saranno più tenuti, limitatamente
ai soli rifiuti pericolosi, a compilare il registro
di carico e scarico cartaceo.
• Gas refrigeranti: le apparecchiature contenenti
meno di 3 kg di gas fluorurati a effetto serra o le
apparecchiature ermeticamente sigillate, etichettate
come tali e contenenti meno di 6 kg di gas fluorurati
a effetto serra, non sono più esentate dal controllo
delle perdite, previsto in caso di superamento della
soglia di 5 tCO2 equivalente. Si ricorda che i libretti
devono già contenere indicazione della quantità di
gas espressa in tCO2 equivalente. (reg. UE 517-
2014).
01/01/2017
• Gas refrigeranti: i fabbricanti e gli importatori,
all’atto di immettere in commercio apparecchiature
di refrigerazione e di condizionamento d’aria e pompe
di calore caricate con idrofluorocarburi, devono
assicurare che gli idrofluorocarburi caricati nelle
apparecchiature siano considerati all’interno del sistema
di

Informativa

Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto OK o sul tasto X oppure proseguendo la navigazione, anche mediante modalità scrolling. OK