ECONOMIE AMBIENTALI S.R.L.

23900 LECCO VIA LEONARDO DA VINCI, 20

T. 0341 286741  F. 0341 286742

info@economieambientali.it

AMBIENTE - NOVITA' IN MATERIA DI RIFIUTIIndietro

Sono state introdotte numerose modifiche alla normati-va rifiuti, di seguito si riportano quelle più significative:
SISTRI: è stato confermato l’utilizzo del SISTRI, prevedendo ulteriori semplificazioni del sistema. Il contratto tra Ministero dell’Ambiente e Selex, società che attualmente eroga il servizio, è stato prorogato fino al 31 dicembre 2015, prevedendo entro giugno 2015 procedure per l’affidamento della concessione del servizio.
CLASSIFICAZIONE: definite in dettaglio le procedure che il produttore di rifiuti deve seguire per classificare un rifiuto, in funzione del fatto che questo sia identificato da un codice CER “speculare” (es. 080317* e 080318) o “assoluto” (es. 15.01.01 “imballaggi in carta e cartone”, di cui non esiste una voce speculare pericolosa). Le nuove regole si applicano decorsi 180 giorni dall’entrata in vigore quindi dal 17 febbraio 2015.
MISCELAZIONE: le autorizzazioni in essere per gli impianti di recupero o smaltimento di rifiuti, che prevedono la miscelazione di rifiuti speciali, consentita ai sensi della normativa precedente (prima della data di entrata in vigore del decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205), restano in vigore fino alla revisione delle autorizzazioni medesime.
ESCLUSIONI E SEMPLIFICAZIONI: sono stati definiti i requisiti e le condizioni che consentono ai materiali di dragaggio di cessare di essere rifiuti. E’ stato precisato che non costituiscono attività di gestione dei rifiuti le operazioni di prelievo, raggruppamento, cernita e deposito preliminari alla raccolta di materiali o sostanze naturali derivanti da eventi atmosferici o meteorici. Sono state definite le condizioni che consentono la combustione nel luogo di combustione di piccole quantità di materiali vegetali, senza rientrare nella gestione dei rifiuti trattandosi di normali pratiche agricole.

(Legge n. 116 del 11-08-2014 di conversione del DL 91-2014).



CHIARIMENTI SU ISTANZE AIA IN REGIONE LOMBARDIA
 

La Regione Lombardia con una circolare ha fornito chiarimenti sulle modalità applicative della disciplina AIA alla luce delle novità introdotte dal D.lgs. 46/2014.
Viene individuata la modalità di presentazione dell'istanza per le installazioni esistenti di nuovo assoggettamento, entro il 7 settembre 2014: l'autorità competente per questi impianti è stata individuata nella Regione Lombardia, che sul proprio sito internet ha fornito le informazioni necessarie e la modulistica.
Inoltre, considerando la necessità di adeguare le AIA introducendo il "riesame" in sostituzione del rinnovo, la circolare illustra in dettaglio le modalità di gestione dei procedimenti di rinnovo AIA in corso, prendendo in considerazione i diversi casi possibili in funzione della data di scadenza dell'AIA e della data di avvio del procedimento di rinnovo.
Essendo in corso a livello nazionale i lavori per predi-sporre il decreto relativo alla relazione di riferimento, le autorità competenti possono concludere i procedimenti in corso prescrivendo la trasmissione della relazione di riferimento nei tempi e con i contenuti stabiliti dal citato decreto.
Infine la circolare fornisce chiarimenti in merito ad alcuni argomenti specifici.
- definizione di attività tecnicamente connessa;
- applicazione del tariffario regionale;
- linee guida sulle migliori tecnologie disponibili;
- soglie delle attività di fabbricazione di prodotti alimentari o mangimi;
- capacità produttiva nell’ambito della gestione dei rifiuti e applicazione del "Limite legale";
- transcodifica dei rifiuti: viene proposta a titolo indicati-vo una tabella di correlazione tra le voci del decreto AIA e le operazioni relative ai rifiuti;
- garanzie finanziarie, modalità di adeguamento delle fidejussioni alle nuove scadenze dell'AIA;
- chiarimenti in merito a: capacità di incenerimento, frantumatori di rifiuti metallici, scorie e ceneri.
Circolare regionale N° 6 del 4 agosto 2014, Comunicato N° 103 del 4 agosto 2014.

Informativa

Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto OK o sul tasto X oppure proseguendo la navigazione, anche mediante modalità scrolling. OK